Quando si vive in una casa non di proprietà, la maggior parte delle volte ci si trova di fronte a mobili anonimi e vecchi, in ambienti impersonali e arredati con poca cura. Allo stesso tempo, però, non si hanno neanche la volontà o la possibilità di spendere somme eccessive per arredare un appartamento che prima o poi si dovrà lasciare. Tuttavia, ci sono alcune semplici migliorie che possono cambiare il volto dell’abitazione, senza richiedere troppo impegno. In questo modo si potranno impreziosire gli ambienti, si potrà donare loro carattere e personalità, si potrà rendere ogni stanza intima, accogliente, ricca di stile e funzionale, così da sentirsi sempre a casa! Ecco allora alcuni consigli su come arredare una casa in affitto… Spendendo poco!

#1 Decorare le pareti

Da dove iniziare ad arredare casa per renderla più accogliente e personale, se non dalle pareti? Si tratta senza dubbio del mezzo più indicato per trasmettere il proprio carattere e la propria personalità alla casa. Le pareti bianche, spoglie, sono la prima cosa che risalta quando si entra in un appartamento anonimo. Sono impersonali, poco accoglienti e fredde. Dunque, per migliorare l’aspetto degli ambienti via libera a quadri moderni, stampe originali, fotografie che parlano di voi, pannelli decorativi, orologi da parete… Un’altra idea è quella di attaccare mensole e librerie moderne e di design, dalle forme irregolari e dalle linee originali, sicuramente più economiche dei mobili e più comode di quest’ultimi nel caso di un trasloco.

quadri moderni

#2 Ravvivare con le stoffe

Tende, copridivani, cuscini, lenzuola e coperte, decorate, originali e colorate, ravviveranno l’ambiente e lo inonderanno di gioia, allegria e personalità. Questi elementi, infatti, oltre ad avere un’importante funzione pratica, hanno anche una grande rilevanza decorativa: in fondo sono i dettagli a fare la differenza! In questo modo, dunque, cambierete il volto della stanza spendendo davvero poco.

#3 Arredare con gli specchi

Si sa, gli specchi – oltre ad essere elementi estremamente utili e funzionali – sono un’ottima soluzione per donare luminosità e per ingrandire gli ambienti. Questi elementi, infatti, aumentano la percezione visiva degli spazi e riflettono la luce rendendo l’ambiente più luminoso. Inoltre, gli specchi sono anche dei veri e propri complementi d’arredo, che decorano ambienti e pareti con stile ed eleganza. Uno specchio all’ingresso, per esempio rende la stanza più accogliente e regala un tocco di luce a un angolo altrimenti trascurato; uno alla fine del corridoio lo farà sembrare più lungo; un accessorio appeso o appoggiato alla parete è l’ideale per la camera da letto; un complemento grande e rettangolare in salone vi farà guadagnare metri in altezza; uno specchio posizionato davanti a una finestra, o a un’altra fonte di luce, aumenterà significativamente la luminosità della stanza. Se l’elemento scelto ha una forma geometrica ed è dotato di cornice decorativa, è perfetto sopra il divano o sui mobili, come vero e proprio complemento d’arredo e di design. Ecco alcuni consigli su come arredare la casa con gli specchi e su dove posizionarli.

specchi

#4 Impreziosire con le piante

Riempire (nella giusta quantità) casa di piante e fiori contribuirà a rendere l’ambiente più accogliente, rilassante, riequilibrante, intimo, vivo e curato. È un modo semplice ed elegante per portare energia nella vostra abitazione, trasformandone l’aspetto. Disponibili in tutti i tipi di forme, dimensioni, fogliame e colori, per adattarsi a gusti ed esigenze di spazio di ognuno, oggi esistono delle vere e proprie piante e piantine di design, in grado di arredare le stanze quanto i complementi d’arredo… Ma sicuramente in modo più economico!

 #5 Attenzione all’illuminazione

L’illuminazione è un fattore che non deve mai essere sottovalutato: più di tutti influisce sull’atmosfera che si crea in un ambiente. Sostituite le vecchie plafoniere ormai fuori moda con delle lampade di design: la stanza assumerà un altro stile! Create punti luce d’effetto che focalizzino l’attenzione su determinati complementi. Valorizzate ogni angolo della casa, anche il più nascosto. Una buona illuminazione contribuirà all’aspetto finale dell’intera casa: ambienti più luminosi sembreranno più ampi e ariosi, più grandi, più ordinati e più puliti, oltre che più accoglienti. Le principali tipologie di illuminazione da interni sono:

lampade da terra

#6 Personalizzare con i colori

Altro modo per personalizzare e ravvivare gli ambienti è senza dubbio quello di giocare con i colori. Dalle tonalità delle pareti a quelle dei mobili o dei complementi d’arredo, passando per le nuance del divano o del letto, senza dimenticare i toni dei pavimenti. Se non si vuole intervenire drasticamente sostituendo mobili e pavimenti, o ridipingendo le pareti, basterà giocare con i complementi d’arredo. Tra questi: i tappeti, le coperte, le mensole, le decorazioni sulle pareti, le sedie, il tavolo…

Per saperne di più:

#7 Giocare con i tappeti

Tappeti persiani? Non è necessario! Possiamo accontentarci dei colorati, originali, divertenti, morbidi, geometrici tappeti moderni. Ne esistono davvero tante tipologie differenti, sia da interno che da esterno, per ogni ambiente di casa: dai tappeti per salvaguardare il pavimento in bagno e in cucina, ai tappeti d’arredo in soggiorno e in camera da letto; dagli zerbini per l’ingresso divertenti e originali, ai tappeti di design da parete, fino ai tappeti per le camerette dei bambini. Grandi o piccoli a seconda degli spazi, realizzati in diversi materiali e impreziosisti da colorazioni differenti. Classici, moderni, vintage, etnici, contemporanei… I tappeti rappresentano il tassello mancante per definire un particolare tipo di arredamento: completano e riempiono l’ambiente, vivacizzano la stanza e rompono gli equilibri, mantenendo comunque l’armonia. Vi basterà sapere come posizionarli e come pulirli.