Quando la cucina e il soggiorno si uniscono in un solo ambiente, ogni elemento oltre a dover rendere lo spazio funzionale, dovrà anche abbinarsi perfettamente al contesto e apportare il proprio contributo estetico. Con una casa organizzata in questo modo, è importante creare uno schema di design che garantisca un flusso continuo da un’area all’altra. Il risultato? Due zone differenti che si combinano per formare un unico ambiente armonioso, pratico, accogliente e funzionale. Ecco alcuni consigli su come arredare un open space.

I complementi d’arredo

Per creare un aspetto lineare e un continuum tra la cucina e il soggiorno, l’ideale è scegliere la stessa pavimentazione e le stesse rifiniture per le due zone. Questa continuità deve poi essere portata avanti anche dai complementi d’arredo dell’intero open space: selezionate elementi coordinati tra loro, dello stesso stile e possibilmente di differenti gradazioni dello stesso colore.

C’è chi preferisce lasciare uniti cucina e soggiorno, e chi invece vuole dividerli. Se fate parte di questo secondo gruppo allora dovete assolutamente scoprire le numerose idee che vi abbiamo suggerito per dividere il soggiorno e la cucina! In ogni caso, utilizzate i mobili per definire gli spazi: il divano, l’isola della cucina, i tavoli, le librerie, gli scaffali, le colonne e i divisori in metallo accorreranno in vostro aiuto.

Generalmente, la metratura degli open space è piuttosto ridotta. Per questo motivo è bene sfruttare i complementi d’arredo per approfittare di ogni centimetro e ricorrere a degli stratagemmi per ottimizzare gli spazi. Alcuni esempi? Le scarpiere salvaspazio e di design, e i tavoli consolle allungabili per la cucina, i letti sommier con contenitore

L’illuminazione

Anche l’illuminazione rappresenta un vero e proprio complemento d’arredo e vi aiuterà a creare una continuità tra la cucina e il soggiorno. Abbiamo già visto come illuminare un open space per renderlo ancora più accogliente e funzionale: occorre creare più punti luce e disporre di livelli di illuminazione differenti a seconda della funzione di ogni zona specifica. Quindi, scegliete  lampade a sospensione e faretti per la cucina; plafoniere da soffitto, faretti, lampade da terra o da tavolo per il soggiorno.

La scelta dei colori

Come sempre, anche in questo caso il consiglio è di evitare i colori scuri quando si ha a che fare con degli ambienti dalle metrature ridotte, e di utilizzare invece delle nuance chiare per far apparire lo spazio più ambio e luminoso. Scegliete dunque delle tonalità neutre per le pareti di entrambe le aree, quali il beige e il bianco, e lasciate i colori per i complementi d’arredo.