L’open space è un’ottima, moderna e intelligente soluzione salvaspazio, in quanto consente di ottimizzare gli spazi nelle case non troppo grandi. Inoltre, buttando giù la maggior parte delle pareti della stanza, rende l’ambiente arioso, ampio, luminoso e aperto. Chiaramente prevede che la zona living e l’angolo cottura siano unite in un unico ambiente. Tuttavia, con delle semplici idee è possibile dividere il soggiorno e la cucina.

Open space: come dividere il soggiorno e la cucina

  1. Isola o divano? Se volete definire i due spazi senza però rinunciare alle prerogative dell’open space, utilizzare un’isola o un divano come separazione delle aree è un’ottima soluzione. Questi due elementi, infatti, regalano un senso di continuità all’ambiente e contemporaneamente delineano una divisione ottica.
  2. Parete vetrata o porta scorrevole in vetro. Se non siete totalmente convinti dell’open space puro, potreste invece optare per una parete vetrata o per una porta scorrevole in vetro: l’ambiente risulta coeso, ma le due zone sono maggiormente definite, non riducono la luminosità della stanza e arredano con gusto in perfetto stile industriale.
  3. Giardino verticale. Un’idea originale, naturalistica e ricca di carattere? Il giardino verticale! Potreste dunque creare dei piccoli giardini pensili che separano lo spazio e assicurano alla stanza freschezza e stile.
  4. Colonne, muretti o divisori in metallo. Le colonne, i muretti bassi o i divisori in metallo rappresentano delle soluzioni semplici e comuni, ma sempre efficaci, per distinguere le aree di un soggiorno ampio che termina con un angolo cottura.
  • Mobili divisori. Last but not least, i mobili divisori! L’utilizzo di questi complementi vi consentirà di ottenere un risultato naturale, di mantenere le due aree ben organizzate e ordinate, senza però ridurre o appesantire gli spazi. Ideali per questa funzione sono soprattutto i tavoli consolle, le librerie e gli scaffali.