Sono tanti gli aspetti che devono essere presi in considerazione per selezionare le giuste tinte da abbinare nell’arredamento totale di una casa: dallo spazio a disposizione alla luminosità della stanza, dallo stile scelto per l’intera abitazione ai propri gusti personali, dall’implicazione psicologica ai colori del pavimento, delle pareti, dei complementi d’arredo, dei tessuti… Ecco una serie di consigli utili, suggerimenti e idee su come abbinare i colori nell’arredamento.

#1 Gli aspetti psicologici

I colori influenzano sulla nostra psiche, sullo stato d’animo e sull’emotività. Per prima cosa si deve dunque distinguerli in tre macrocategorie: colori freddi (verde, blu), caldi (giallo, rosso, arancione) e neutri (bianco, nero, grigio, beige, avorio). In generale, le tonalità fredde contribuiscono a donare all’ambiente una sensazione di pulito e sono più indicate per una casa arredata in stile moderno e contemporaneo; quelle calde, stimolanti e positive, sono invece più indicate per gli arredamenti classici. I colori neutri e le tonalità pastello sono invece i più semplici da abbinare.

Nella zona notte, per esempio, è bene scegliere colori che aiutino a rilassarsi, per poi abbinarci tonalità neutre. In cucina, invece, ci si può sbizzarrire con tonalità vivaci che stimolino l’appetito e la fantasia. Ancora, nella zona living si consiglia l’utilizzo di nuance neutre per le pareti, spezzate magari da complementi d’arredo di colori più accesi o di tinte pastello.

#2 Quanti colori utilizzare

È consigliabile utilizzare al massimo 3 colori differenti, combinandoli in maniera equilibrata. L’ideale sarebbe utilizzare per il 60% dello spazio il colore principale scelto, per il 30% la tonalità secondaria e, infine, per il 10% la nuance d’accento. In generale, accostando due colori opposti si ottiene un effetto contrastante e vivace, mentre le sfumature tono su tono, creano armonia e gradazioni delicate di colore.

#3 L’abbinamento con i complementi d’arredo

Per quanto riguarda l’abbinamento cromatico tra i vari complementi d’arredo presenti nell’ambiente, così come dei pavimenti, delle pareti e dei tessuti, si procede generalmente in due modi:

  • Abbinamento monocromatico. È sicuramente la scelta più semplice: scegliete una singola nuance e giocate con le diverse sfumature e gradazioni della stessa, sia nella scelta dei complementi d’arredo che delle pareti, dei pavimenti e dei tessuti.
  • Abbinamento per analogia. Scegliete tre tonalità vicine tra loro nel cerchio cromatico, che si sposano bene tra loro, per creare la giusta armonia negli spazi e un arredamento piacevole.

#4 La scelta dei colori in base allo spazio disponibile e alla luminosità della stanza

Un altro fattore che influisce sulla scelta dei colori da utilizzare per l’arredamento della propria casa è lo spazio a disposizione: le tonalità chiare tendono a far sembrare l’ambiente più ampio e grande, al contrario, quelle scure rendono la stanza più piccola. Allo stesso modo, le righe orizzontali fanno sembrare lo spazio più largo e basso, mentre quelle verticali più stretto e alto.

Lo stesso discorso vale per la questione luce: una stanza luminosa può permettersi colori più scuri, mentre per un ambiente buio non sono indicate le tonalità scure, in quanto tenderebbero a rendere lo spazio ancora più cupo. Al contrario, nuance chiare e colori pastello aiutano la stanza ad apparire più luminosa.

 

Lasciatevi conquistare dallo stile inconfondibile garantito da tutti i prodotti disponibili online sul sito di Duzzle.it: scegliete i complementi d’arredo che si adattano meglio all’arredamento della vostra casa, rispettando i consigli che vi abbiamo suggerito in merito all’abbinamento dei colori.