Qual è la soluzione migliore per l’illuminazione secondaria in camera da letto? Le abat jour da comodino o le applique da parete? Le prime creano una luminosità più soffusa, mentre le seconde generano un fascio di luce maggiormente orientabile. Scopriamone di più.

Come illuminare la camera da letto

Ma partiamo dall’inizio: come illuminare la camera da letto? La zona notte è uno degli ambienti più importanti dell’intera casa e necessita di un sistema di illuminazione che da un lato rispecchi esteticamente lo stile del resto dell’arredamento, ma che allo stesso tempo deve anche essere funzionale per un riposo ottimale, per garantire il relax e assicurare il benessere. Dunque, per illuminare correttamente questa stanza è necessario prevedere un sistema di illuminazione a due livelli: quello principale e quello secondario. Il primo è solitamente formato da un lampadario da soffitto posto al centro della stanza, in grado di fornire alla camera una luce omogenea e diffusa. Il secondo, invece, è formato dalle abat jour da comodino o dalle applique da parete, poste sui comodini o sulla parete subito sopra di essi, in grado di fornire alla stanza una luce più soffusa e di creare un’atmosfera rilassante, intima e accogliente.

Le abat jour per la camera da letto

Veniamo ora al dunque e scopriamo da vicino le due soluzioni migliori per l’illuminazione di secondo livello della camera da letto. Le abat jour da comodino nascono con lo scopo di fornire la giusta fonte luminosa vicino al letto e si posizionano infatti sui comodini. Creano accoglienti angoli di luce, arredano l’ambiente grazie al design che oggi le caratterizza, conferiscono una luminosità soft e morbida alla camera. Alcuni esempi:

Le applique per la camera da letto

Lo scopo di questi elementi è il medesimo delle abat jour: fornire alla stanza una luce soffusa e intima. Diversamente dalle altre, però, non si collocano sui comodini, ma sulle pareti sopra di essi, accanto ai lati del letto. Dunque, se non avete abbastanza spazio sul comodino o non volete avere fili da gestire, allora le applique da parete sono la soluzione migliore per voi. Possono essere fisse oppure regolabili, grazie a bracci mobili e a sistemi che rendono possibile il movimento del diffusore a 360°, generando all’occorrenza un fascio di luce maggiormente orientabile. Alcuni esempi:

Una soluzione in più: le lampade da terra

Una terza soluzione, seppur meno diffusa, per generare un’illuminazione di secondo livello nella zona notte, è quella di posizionare in un angolo della stanza una lampada da terra dall’intensità regolabile. Ecco alcuni modelli di lampade da terra per la camera da letto.

Nell’apposita categoria del sito di Duzzle.it troverete un’ampia gamma di complementi per soddisfare ogni gusto e necessità: lampade da tavolo, da parete, da terra e a sospensione.