Per illuminare ogni spazio nel migliore dei modi e garantire sempre una visibilità massimale, è fondamentale progettare nel modo corretto i punti luce della stanza e scegliere sempre le soluzioni d’illuminazione più adatte. Inoltre, alcuni ambienti più di altri possono risultare ostici da illuminare correttamente, soprattutto a causa delle loro forme non convenzionali e della scarsa luminosità naturale presente all’interno. Vediamo dunque come illuminare la mansarda e assicurarvi un ottimo risultato finale.

Come illuminare la mansarda

  • Evitare luci a sospensione. Il primo consiglio è di evitare l’utilizzo delle luci a sospensione: i lampadari, soprattutto se di grandi dimensioni, occupano molto spazio e potrebbero limitarvi nei movimenti e negli spostamenti. Tenete sempre a mente che tendenzialmente il soffitto nelle mansarde è più basso del solito, in molti casi sono presenti travi a vista e quasi nella totalità dei casi il tetto è spiovente. A questa tipologia di illuminazione, preferite dunque dei faretti o delle piccole plafoniere da soffitto.
  • Illuminazione da parete e da terra. Essendo solitamente dotata di poca luminosità naturale, in mansarda è necessario prevedere diverse soluzioni d’illuminazione artificiale. Le alternative più indicate sono sicuramente le applique da muro, che diffonderanno la luce ad ampio spettro, da posizionare in diversi punti della camera. Altrettanto indicate sono le lampade da terra, meglio ancora se dotate di regolatore d’intensità, per illuminare una zona specifica della stanza e per creare la giusta atmosfera a seconda delle esigenze. Così facendo la luce sarà diffusa, ma l’atmosfera rimarrà comunque romantica, intima e accogliente all’occorrenza, ideale per esempio nei momenti di relax e di riposo.
  • Illuminazione da tavolo. In base all’utilizzo che se ne fa e alle attività che siete soliti svolgere in mansarda, occorre prevedere diverse tipologie di illuminazione. Nei casi in cui utilizzate questo ambiente, ad esempio, per svolgere attività lavorative o per studiare, è necessario prevedere un ulteriore livello d’illuminazione: dotate dunque i piani di lavoro di luci da tavolo, così da indirizzare la luce nei punti di vostro interesse.