In un contesto lavorativo, che sia in ufficio o in uno studio a casa, è molto importante utilizzare la corretta illuminazione affinché si crei l’atmosfera adatta per lavorare in modo produttivo, ma pur sempre rilassante. Ecco dunque alcuni consigli su come illuminare un ufficio o uno studio in modo efficiente ed efficace.

#1 Lampada da soffitto e lampada da scrivania

Per prima cosa è bene selezionare le corrette fonti di luce, a seconda delle esigenze e della tipologia di attività che si è soliti svolgere in un determinato ambiente. In ufficio o nello studio, dove solitamente si trascorre molto tempo a leggere, a scrivere o a utilizzare il computer, è bene scegliere due fonti luminose:

  • Una fonte principale. Ossia una luce diffusa e non troppo intensa, posizionata sul soffitto al centro della stanza. A questo scopo si scelgono solitamente le plafoniere, i faretti o le lampade a sospensione.
  • Una fonte secondaria. Ossia una lampada da tavolo da posizionare sulla scrivania, per garantire una fonte luminosa diretta e più intensa, da utilizzare all’occorrenza.

#2 Luce calda, fredda o neutra?

In casa è bene scegliere la luce calda piuttosto che quella fredda (o viceversa), a seconda della stanza e delle attività che si praticano in essa. Dunque, come si deve scegliere tra luce calda, fredda e neutra in casa in base alle esigenze, così avviene in ufficio e nello studio. Negli ambienti in cui si svolgono attività lavorative solitamente si predilige la luce neutra, compresa tra i 3.000 K e i 4.000 K, in quanto più confortevole e uniforme. Accentua la capacità di riflessione, è rilassante e naturale. Inoltre, rappresenta una buona soluzione per non stancare eccessivamente gli occhi e favorisce la concentrazione.

#3 L’intensità luminosa e la luce naturale

Un terzo importante consiglio riguarda l’intensità luminosa e la presenza di luce naturale. vi suggeriamo di evitare luci troppo intense, in quanto riflettendosi sulle pareti e sui monitor dei computer, recherebbero dei danni agli occhi. È bene dunque scegliere luci artificiali della giusta intensità ed elementi dotati di regolatori d’intensità (i dimmer). Inoltre, è importante dotare l’ambiente di sistemi di oscuramento, come le tende.