Monthly Archive aprile 2017

Letto matrimoniale in eco-pelle con contenitore

eco-pelle

L’eco-pelle

Conosciuta anche con i termini di “cuoio ecologico”, “eco-cuoio”, “pelle ecologica” o “eco-leather” (per citare gli anglosassoni), l’eco-pelle è una tipologia di cuoio o pelle a ridotto impatto ambientale. Da non confondere con la finta pelle, un prodotto assolutamente diverso e ottenuto da materiali di origine non animale. A scanso di equivoci e per evitare frodi commerciali, l’eco-pelle possiede caratteristiche ben precise, ricomprese all’interno della norma UNI 11427:2011.

Il rispetto della norma permette di tutelare il consumatore, mettendolo al riparo da quelle pratiche commerciali ambigue in cui il termine pelle viene utilizzato in modo improprio, anche con riferimento a materiali che con quest’ultima hanno poco o nulla a che fare. L’osservanza della norma, poi, garantisce il rispetto della legge italiana in materia, la n.1112/1966.

L’eco-pelle nell’arredamento

L’arredamento fa ampio uso dell’eco-pelle, così come della pelle propriamente detta. La differenza sta nei processi di lavorazione che, nel caso dell’eco-pelle, avvengono fin da subito con procedure a basso impatto ecologico, che prevedono innanzitutto un utilizzo limitato di prodotti chimici. Questo sia per quanto riguarda il processo conciario vero e proprio, che il successivo passaggio dello smaltimento. Per questo motivo, la pelle che ne deriva è un prodotto di prim’ordine, molto pregiato.

Letto matrimoniale eco-pelle con contenitore

Un letto matrimoniale eco-pelle con contenitore costituisce il giusto connubio tra l’eleganza della pelle e la comodità di disporre di uno spazio aggiuntivo, quale è quello rappresentato dal contenitore di cui il letto è dotato. L’innegabile fascino che la pelle esercita su chi la osserva fa diventare il letto qualcosa di più di un semplice strumento, trasformandolo in un complemento d’arredo vero e proprio. Questo fascino si coniuga con la praticità di un contenitore che può costituire un’interessante soluzione per chi ha poco spazio a disposizione in casa o, comunque, vuole sfruttare appieno l’ingombro di un letto.

Un gazebo da giardino per trascorrere giornate all’aria aperta

gazebo da giardino

Perché scegliere un gazebo da giardino?

Chi ha disposizione uno spazio esterno ampio e accogliente non può rinunciare a un pratico e funzionale gazebo da giardino. Perfetto per completare l’arredamento, il gazebo consente di creare un piccolo angolo dove trascorrere le giornate all’aria aperta, soprattutto durante la bella stagione. Il gazebo può essere completato con un tavolo, con delle sedie o con delle sdraio. In base allo spazio disponibile e alle proprie preferenze, si possono scegliere modelli diversi per quanto riguarda le dimensioni, il materiale, il design.

Quale modello di gazebo da giardino scegliere?

Una soluzione tradizionale consiste nell’acquistare un gazebo realizzato in legno, dallo stile classico e sempre di successo: i colori caldi e il design elegante contribuiscono a creare un’atmosfera piacevole e rilassata. Una valida alternativa è rappresentata dai gazebo in ferro, stabili e resistenti: questi modelli vengono completati con tende che da una parte riparano dal sole e dall’altra impreziosiscono lo stile di questo complemento d’arredo. Anche per quanto riguarda i colori, le soluzioni spaziano dalle classiche sfumature del legno al versatile nero delle strutture in metallo. Non mancano alternative più sbarazzine e vivaci come i gazebo colorati, perfetti per vivacizzare l’ambiente con un dettaglio brioso.

Le caratteristiche di un buon gazebo da giardino

Oltre a essere ricercati dal punto di vista estetico, i gazebo da giardino devono assicurare la massima robustezza e stabilità. I complementi d’arredo di qualità durano per diversi anni e non devono essere sostituiti di frequente: i gazebo, nello specifico, devono resistere all’azione dei fenomeni atmosferici e garantire il massimo comfort in ogni situazione. Per poter scegliere il miglior gazebo da giardino, in conclusione, è necessario prendere in considerazione sia il design e gli aspetti estetici sia la funzionalità e tutti gli aspetti pratici.

Comodini design: un dettaglio originale per la camera da letto

comodini design

Che cosa sono i comodini design?

Insoliti e originali, i comodini design rappresentano un complemento d’arredo perfetto per impreziosire la camera da letto. Progettati da designer e creativi, questi comodini conquistano con l’originalità delle forme e dei colori ma anche con gli accostamenti di materiali e stili differenti. I comodini di design possono essere inseriti in un contesto moderno, per completare l’arredamento innovativo, oppure in ambiente classico, per vivacizzare l’atmosfera con brio. Considerando la particolarità di questi comodini, è sempre preferibile accostare i complementi d’arredo di design a mobili più sobri ed essenziali. Solo in questo modo, infatti, è possibile esaltare lo stile unico del comodino.

Comodini di design: quale modello scegliere?

I comodini di design sorprendono per la varietà degli stili. Una delle soluzioni più gettonate è rappresentata senza dubbio dai comodini sospesi; perfetti anche all’interno delle camere da letto più piccole, questi comodini vengono appesi al muro e impreziosiscono la parete in maniera molto particolare. Altrettanto interessanti sono i comodini a forma di cilindro o di parallelepipedo: le linee essenziali nascondono un’anta scorrevole che permette di sfruttare tutto lo spazio all’interno dell’elemento d’arredo. Non mancano, infine, comodini in vetro e acciaio, complementi d’arredo dalle tinte accese e tanti altri modelli perfetti per i contesti più disparati.

Comodini di design: i migliori abbinamenti

Per completare un ambiente piccolo e piuttosto buio, è possibile scegliere un comodino in vetro oppure un mobiletto bianco che dà luce all’ambiente. Nelle camere da letto più spaziose, invece, si può osare scegliendo componenti d’arredo dalle forme più disparate. Sfere, vasi, ampolle, persino libri o antiche credenze: i comodini di design lasciano spazio alla fantasia e consentono di realizzare abbinamenti insoliti ma sempre efficaci dal punto di vista estetico. In alcuni casi, infine, questi comodini possono trasformarsi nell’accessorio ideale per ottimizzare lo spazio a disposizione.

Barbecue portatile per indimenticabili grigliate tra amici

barbecue portatile

A che cosa serve un barbecue portatile?

Comodo da utilizzare in giardino o da portare con sé in occasione di un picnic, il barbecue portatile è un accessorio perfetto per chi ama cucinare all’aria aperta. A caratterizzare il barbecue portatile è senza dubbio la sua  versatilità: questa attrezzatura, infatti, può essere utilizzata sul terrazzo del proprio appartamento, in un parco e in tanti altri contesti. Piccolo e compatto, il barbecue occupa poco spazio e può essere facilmente conservato in un angolo del balcone o del giardino. Allo stesso modo, il barbecue portatile è comodo da trasportare grazie alla pratica griglia pieghevole.

Perché scegliere un barbecue portatile?

Il barbecue portatile rappresenta una valida alternativa alla fornacella da tenere sempre pronta in giardino. Questo pratico strumento di cottura si differenzia proprio per la possibilità di essere trasportato comodamente da una parte all’altra. Chi ama organizzare scampagnate e grigliate in compagnia, perciò, può optare per una soluzione portatile, più comoda e funzionale; in questo modo, infatti, il barbecue può essere utilizzato in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Per gli amanti della carne e delle grigliate, in conclusione, il barbecue portatile rappresenta senza dubbio un’attrezzatura da non perdere.

Come scegliere il miglior barbecue portatile?

Nella scelta del miglior barbecue portatile occorre prendere in considerazione diversi aspetti, a partire dalla facilità di ripiegare e trasportare lo strumento. Tra i dettagli da non sottovalutare spiccano senza dubbio la qualità dei materiali, la resistenza e la leggerezza. Oltre a considerare gli aspetti pratici, vale la pena di dare un’occhiata anche all’estetica del barbecue portatile. Questo strumento di cottura, infatti, può trasformarsi in un complemento d’arredo in grado di valorizzare il balcone o il giardino; non mancano a questo proposito, fornacelle di design, barbecue colorati e altri modelli esteticamente ricercati.

Riposare sicuri: i supporti per amache

supporti per amache

L’amaca per riposare meglio

L’uso dell’amaca risale all’America precolombiana e nei Caraibi e fu introdotta dopo la scoperta del Nuovo Mondo sulle navi, in modo da migliorare il riposo dei marinai che erano soliti dormire a terra. Con il tempo l’amaca è stata introdotta anche nei giardini e nelle case ed è diventato un grande classico del riposino pomeridiano. L’amaca è una struttura in genere reticolare, prodotta in diversi materiali, che viene posta in sospensione tra due pareti. La sospensione provoca un movimento ondeggiante che concilia il sonno e il riposo.

L’importanza dei supporti per amache

Per poter installare un’amaca, soprattutto all’interno di un’abitazione, è necessario poter disporre di punti di appoggio. Non sempre questo è possibile e molto spesso per poter usufruire dell’amaca è necessario disporre di particolari supporti per amache. Questi supporti sono pensati principalmente per essere utilizzati nell’ambiente esterno, nei cortili o nei giardini, visto che le grandi dimensioni possono comportare in casa un eccessivo ingombro. Tali supporti, inoltre, sono indicati per persone anziane che difficilmente potrebbero salire sulle amache o scenderne, o per tutti coloro che temono che l’amaca possa rompersi, ad esempio persone in sovrappeso.  Questi supporti consentono di trasformare l’amaca in una sorta di sedia a sdraio o lettino lievemente sopraelevato rispetto al suolo.

Come scegliere

Ma come scegliere il supporto per le amache che fa maggiormente al caso tuo? La caratteristica fondamentale che esso deve possedere è ovviamente la resistenza: il supporto deve essere in grado di tollerare un peso elevato e non usurarsi nel corso del tempo. I materiali devono quindi essere di ottima qualità. In generale bisognerebbe privilegiare i supporti realizzati con legni particolarmente robusti, come ad esempio il larice, rinforzati con parti metalliche. Un’altra caratteristica dalla quale non si può prescindere, infine, è la possibilità di regolare l’amaca in altezza e lunghezza.