Scegliere il lampadario giusto non è sempre facile come può sembrare e molto spesso, quando si deve arredare casa, gli accessori per l’illuminazione sono le ultime cose a cui si pensa. In realtà, però, hanno una grande importanza e pesano tanto quanto gli altri complementi sul risultato finale. Uno dei fattori principali da prendere in considerazione sono le dimensioni del lampadario rispetto alla stanza, oltre al fatto che deve essere adeguato al tipo di ambiente e allo stile di arredamento scelto.

Quali devono essere le dimensioni del lampadario?

È chiaro, dunque, come la grandezza del lampadario sia il principale parametro da tenere in considerazione nella scelta dello stesso. Le misure dell’elemento dovranno chiaramente essere rapportate all’ampiezza della camera in cui questo verrà inserito: una stanza grande, come potrebbe essere il soggiorno, ha bisogno di una fonte luminosa proporzionata alla superficie ampia e quindi il lampadario dovrà essere piuttosto grande; al contrario, negli ambienti più piccoli (come ad esempio la cucina, il bagno, il disimpegno, il corridoio, l’ingresso o il ripostiglio) sarà sufficiente un elemento dalle dimensioni ridotte.

Tendenzialmente possiamo affermare per una camera di circa 30 metri quadrati è bene scegliere un lampadario di 50/60 centimetri di diametro, mentre per un ambiente di 15 metri quadrati, sarà sufficiente un apparecchio di illuminazione di 40 centimetri.

Gli altri fattori da valutare

Ovviamente le dimensioni non sono l’unico fattore da valutare in questa scelta. Ecco alcuni consigli su come scegliere il lampadario:

  • Seguire il proprio stile. Come? Scegliendo un elemento che si abbini alla perfezione al resto dell’arredamento presente nell’ambiente in cui viene inserito.
  • Scegliere il colore giusto. Più i colori della stanza sono scuri, maggiore sarà l’assorbimento di luce e, di conseguenza, il lampadario dovrà avere una potenza adeguata alle necessità.
  • Posizionarlo all’altezza corretta. Un lampadario a sospensione dovrebbe essere appeso a non meno di ¼ della distanza tra il soffitto e il pavimento. Nel caso in cui la lampada sia appesa su un tavolo, dovrebbe scendere fino a circa 90 centimetri dalla sua superficie.