L’amaca per riposare meglio

L’uso dell’amaca risale all’America precolombiana e nei Caraibi e fu introdotta dopo la scoperta del Nuovo Mondo sulle navi, in modo da migliorare il riposo dei marinai che erano soliti dormire a terra. Con il tempo l’amaca è stata introdotta anche nei giardini e nelle case ed è diventato un grande classico del riposino pomeridiano. L’amaca è una struttura in genere reticolare, prodotta in diversi materiali, che viene posta in sospensione tra due pareti. La sospensione provoca un movimento ondeggiante che concilia il sonno e il riposo.

L’importanza dei supporti per amache

Per poter installare un’amaca, soprattutto all’interno di un’abitazione, è necessario poter disporre di punti di appoggio. Non sempre questo è possibile e molto spesso per poter usufruire dell’amaca è necessario disporre di particolari supporti per amache. Questi supporti sono pensati principalmente per essere utilizzati nell’ambiente esterno, nei cortili o nei giardini, visto che le grandi dimensioni possono comportare in casa un eccessivo ingombro. Tali supporti, inoltre, sono indicati per persone anziane che difficilmente potrebbero salire sulle amache o scenderne, o per tutti coloro che temono che l’amaca possa rompersi, ad esempio persone in sovrappeso.  Questi supporti consentono di trasformare l’amaca in una sorta di sedia a sdraio o lettino lievemente sopraelevato rispetto al suolo.

Come scegliere

Ma come scegliere il supporto per le amache che fa maggiormente al caso tuo? La caratteristica fondamentale che esso deve possedere è ovviamente la resistenza: il supporto deve essere in grado di tollerare un peso elevato e non usurarsi nel corso del tempo. I materiali devono quindi essere di ottima qualità. In generale bisognerebbe privilegiare i supporti realizzati con legni particolarmente robusti, come ad esempio il larice, rinforzati con parti metalliche. Un’altra caratteristica dalla quale non si può prescindere, infine, è la possibilità di regolare l’amaca in altezza e lunghezza.